Illustrazione: Genius Loci ad Ostia

« Il carattere è determinato da come le cose sono, ed offre alla nostra indagine una base per lo studio dei fenomeni concreti della nostra vita quotidiana. Solo in questo modo possiamo afferrare completamente il Genius Loci, lo “spirito del luogo” che gli antichi riconobbero come quell'”opposto” con cui l’uomo deve scendere a patti per acquisire la possibilità di abitare. »
(Christian Norberg-Schulz)

 

Con la locuzione di Genius loci si intende individuare l’insieme delle caratteristiche socio-culturali, architettoniche, di linguaggio, di abitudini che caratterizzano un luogo, un ambiente, una città. Un termine quindi trasversale, che riguarda le caratteristiche proprie di un ambiente interlacciate con l’uomo e le abitudini con cui vive questo ambiente. Suole indicare il “carattere” di un luogo, legato a doppio filo alle peculiari caratteristiche che in esso si affermano, includendovi opere (siano esse materiali o immateriali) così come enti e individui cui i fruitori associano un particolare legame storico-culturale che rende unico e immediatamente riconoscibile tal luogo agli occhi del mondo.

Il Genius loci è un’entità naturale e soprannaturale legata a un luogo e oggetto di culto nella religione romana. Tale associazione tra Genio e luogo fisico si originò forse dall’assimilazione del Genio con i Lari a partire dall’età augustea. Come potevo io visitare il mare di Roma, senza restituirgli una riflessione socio culturale data dalle mie conoscenze.

Nei mesi scorsi ho visitato la città di Ostia in un sopralluogo che avrebbe ausiliato la progettazione di un infrastruttura a basso impatto insediativo nell’ area che va dall’ Infernetto (noto frazione del comune in questione) alla spiaggia del litorale romano, commissionatami da uno dei corsi di laurea conseguiti recentemente.

Ero già stato ad Ostia, ma visitarla in un periodo dove le condizioni climatiche e le scarse attività folcloristiche non la aiutano a restituire un immagine avvincente di se, ha suscitato in me diversi spunti di carattere critico-espressivi. Così ho pensato, ancor prima di fare delle riflessioni verbali, di rispolverare alcuni schizzi che avevo fatto en plein air sul mio taccuino, traducendo il tutto in due illustrazioni artistiche (pubblicate qua sotto) che esprimono attraverso un linguaggio grafico una serie di stimoli che riguardano attraverso le mie impressioni: il luogo, l’ultima storia ed l’architetture.

Inizio con il dire che entrambe le illustrazioni sono frutto di un “raptus” grafico e che coltivano un ironia intenzionata a comunicare più velocemente, esaltando spesso il messaggio se ve ne è la necessità. Entrambe le immagini rappresentano due periodi diversi dell’ anno solare; non starò qui a specificare quali perchè oltre alla semplice intuizione che si richiese per capirlo distoglierebbe lo sguardo dell’ interlocutore, precipitandolo in un analisi troppo razionale.

ge-loci OSTIA1Ge-Loci OSTIA2

Le immagini sono state realizzate non possono essere immesse in nessun social network, previa richiesta. bibliografia: – Termine “Genius Loci” http://www.wikipedia.org.

Le illustrazioni provengono da alcune riflessioni dettagliate e personali, se vi incuriosiscono, scrivete pure e risponderò alle vostre domande.

Annunci

Un pensiero riguardo “Illustrazione: Genius Loci ad Ostia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...